Archivi mensili: Aprile 2012


gli aspiranti meccanici, sedicesima settimana

Ciao splendore, sì lo so che si dice buongiorno professoressa, allora buongiorno professoressa splendore, lei è bella come la pioggia che ho preso l’altro giorno, no non so cosa ci fa la sedia sull’armadio e mica ho fatto apposta a ruttare inchilà, comunque non posso scrivere sono analfabeta e io non posso usare la mano perché mi fanno male le nocchie, ma vuole sapere perché i negri hanno il mazzolone, oh vecio hai sentito cosa ha detto la profe, fai quello che dice o ti spalanca gli occhi… Profe, la sua musica è proprio antiquariata e sposti il suo cespuglio che non vedo, ooh ma Napoli mi ha preso a calci lo zaino, ma chiii l’ho solo spostato, ooh ma il marocchino mi ha buttato il cappello dalla finestra e dove sono i miei soldi egiziano di figa sei morto, vieni qui a dirmelo frocio, sì che c’è un problema profe, mi deve due euro quell’infame, ma chi ti caga sfigato, travione, tua mamma figa, ma succhiamelo e ora basta dire parolacce, porca di quella puttana troia… Oh vecio non devi mai piangere, piuttosto prendile oppure reagisci ma piangere mai, io allora sul ring cosa dovrei fare, frignare come le fighe, ma no profe non sono stato io a picchiarlo lo giuro sulla testa di mia mamma, però vecio un giorno o l’altro esploderà quella testa eh… Gnari vendo le mie cuffie per un deca e ora silenzio, la profe vuole esprimere la sua opinione, no mi spiace non sento niente c’è troppo casino ma scianti non si arrabbi che le vengono le rughe e prenda due pasticcini, su… Io me ne vado questa classe fa sfollare, però grazie profe, LA voglio bene!


gli aspiranti meccanici, la verifica

Verifica, classe degli juniores. Questi i dati.

Pagine da studiare: 6
Mesi passati sulle 6 pagine: 2
Totale allievi: 20
Allievi presenti: 19
Allievi che dichiarano di ignorare che ci fosse la verifica: 19
Allievi fuori dalla porta: 1, ma sempre diverso
Allievi sorpresi a copiare: 7
Allievi che negano di aver copiato: 7
Allievi che consegnano in bianco: 2
Allievi che consegnano quasi in bianco: 7
Allievi che consegnano la prova quasi completa: 3
Sospetti sull’autenticità delle 3 prove quasi complete: moltissimi
Ritornello strillato per concentrarsi: Prendo bottiglia ti ammazzo famiglia! Prendo coltello ti taglio pisello!

Morale (1): abolire le verifiche
Morale (2): abolire gli h’aspiranti mekkanici


gli aspiranti meccanici, la gita

Ieri, gita a Verona per alcuni h’aspiranti mekkanici.

Ecco i dieci momenti di maggior successo della giornata.
1. L’incontro con un gruppo di ragazze spagnole al McDonald’s (Gnari ci sono le spagnole figa, ci sono le spagnole…). Le chicas ventenni, subito circondate, sono riuscite a fuggire, inseguite però da un paio di h’as mekk impazziti (P… Dio vecio corri, dai che scopiamo, dai!). I due sono stati rincorsi e riportati indietro per le orecchie da un professore, ora noto come Il Grande Pentito per non aver assecondato la fuga forse sempiterna.
2. La partita di calcio di fronte al VeronaFiere. La porta, naturalmente, era la vetrata d’ingresso.
3. L’incontro con l’uomo dei palloncini, che per gli h’as mekk ha creato grandi forme falliche multicolori. L’eco dei loro ululati di approvazione risuona ancora per le vie di Verona.
4. Le fotografie appesi alla tetta di Giulietta. Inutile dire che la scultura adesso è in restauro.
5. L’incontro con la statua vivente di Michael Jackson, sfidata (invano) a ballare, sbeffeggiata e poi tempestata di fotografie. Ma niente mancia, scusa vecio noi no soldi, noi appena arrivati da Marocco, hanno dichiarato all’artista di strada gli h’as mekk, con accento ora moldavo ora pakindiano, a tratti lombardo.
6. L’acquisto di occhiali da sole Ray-Ban style con bandiera inglese e di braccialetti con foglie di Maria, proprio un simbolo significativo profe, ha spiegato C.D. a nome di tutti i compagni, dopo un’attenta riflessione. Poiché appena arrivati da Marocco senza soldi, ci si domanda come gli h’as mekk abbiano potuto effettuare tali significativi acquisti, se di acquisti si tratta. (altro…)


gli aspiranti meccanici, quindicesima settimana/2

Buongiorno profe, lo sa che mi sono innamorato di una più grande di me, ha trent’anni, insegna, aveva i crackers in borsa ma ora non più – eheheh – e ha un cu… Ooohh non tirarle le menate e non provare ad abbracciarla, frocio, cos’è questa confidenza, comunque lei quanti figli vuole avere io neanche uno ma voglio scopare tanto e poi ha visto quella testa di minchia del profe di prima mi ha messo una nota ma io giuro che lo inculo, è un sadomista figa, oh profe che occhi grandi, vecio Hello Kitty figa, è uguale a Hello Kitty… Profe mi dà un fazzoletto, mi dà 2 euro e 50 per il kebab, mi dà la penna, sì va bene anche mangiucchiata, ma lei è nervosa eh, come mai, si calmi lo dico per il suo bene, ma cosa sta dicendo leone e principessa, Singh vuol dire aglio e Kaur cipolla, indiani di merda puzzoni vi odio io sono leghista, sta’ zitto albanese di figa, comunque sa come si chiama in cinese la banconota da cento, Chen To, e la cinese più troia, Pon Pin, e… Ahahahah la profe si è spaventata, ma certo che gli mettiamo le mani addosso, ci ha chiamati terroni ‘sto stronzo e sa lui dov’è nato, a Bari, allora cazzo vuole è uno sfigato, ma profe come può dire che è stato chiaro, quel negro, e non è che vuole un po’ di erba, a lei farei un prezzo di favore… Nooo profe, la mia briochina no, me la ridia subito oppure vaffancuore!


gli aspiranti meccanici, il furto

Allarme stamattina alla scuola degli h’aspiranti mekkanici. Questi i fatti.

Alle ore 9.10, nella classe degli juniores, B.G. denuncia – sgomento – il furto dei suoi due panini al salame. I compagni mostrano pronta solidarietà con Dai vecio, ti do il mio panino ma non romperci i coglioni. Niente da fare, B.G. non si rassegna: Vaffanculo vecio, i miei panini erano al salame, inchilà. Allora – replicano i  compagni – facci la perqua a tutti, se hai il coraggio. B.G. apre uno zaino. Dentro non ci sono panini e neppure libri, solo un martello dalle dimensioni importanti che gli viene sventolato sotto il naso. La perqua viene immediatamente sospesa. Vecio, ma sei sicuro di non averli lasciati a casa?, riprova un compagno. B.G. ne è sicuro e chiarisce: Non sono mica handicappato come te io, brutta faccia di merda. Così, mentre le autorità sono chiamate ad intervenire, B.G. si trova costretto a telefonare alla madre (Dai profe, la prego, mi lasci chiamare, è un’emergenza) per invitarla a portargli altri due panini. La madre declina l’offerta, il colpevole del furto non si trova, B.G. è inconsolabile. Nella classe degli juniores regna il caos: impossibile fare lezione. In ogni caso, nessuno si era accorto che c’era lezione.

Nell’attesa che le autorità prendano provvedimenti, chi trovasse due panini è pregato di consegnarli alla scuola degli h’aspiranti mekkanici. Ma solo se sono al salame.


gli aspiranti meccanici, i temi/2

Yo nn rieskko k’orejere nula, yo nn kappisk un czz, yo eh!saurrita, dove e aca, dove skapata virgolia dove dopia mierdda, yo cierko mai trvo… Alora vì prg, h’aspirrant mekk’anni-ci, inprt skrivvehr. Yo anckorra dikko voi. Vì prgo, h’aspiranti mekkannici, imparte a skrivere. Yo ankora ankora diko. Vi prego, aspiranti meccanici, imparate a scrivere. Solo un po’. Vi prego!!!


gli aspiranti meccanici, quattordicesima settimana

Buongiorno proofeee, ci è stramancata e come sta bene in azzurro lei è il cielo sa, ma almeno ci ha portato gli ovetti di cioccolato, no eh, però io ce li avrei due ovetti per lei, bravo negro saranno mica anche fondenti? Sì profe la smetto di fare lo scemo però si ricordi, la mattina coglione la sera campione, scimmiette di merda analfabete vi tiro la sedia in testa, te sei sfollato ti do un destro figa, che figlio di puttana, che faccia di merda, che figlio di pachistana, che giauro, che… Profe l’Italia va a rotoli la porto in Francia, io e lei insieme ci pensi, dai che ha sentito benissimo lei è furba eh, comunque lo sa che in America fa freddo perché l’hanno scoperta, oh ma vecio non vedi che non gliene fotte un cazzo, sì scusi profe riformulo, non vedi che non gliene frega una minchia? Profe me lo ridia fì, vabbè se non me lo ridà, il cellulare, le rubo il succo e me lo bevo e mi tengo i suoi occhiali da sole, che poi ci scommetto li ha presi da un cinese, ahi ahi gnari si è incazzata… Profe mi dispiace, le chiedo scusa per com’è andata oggi, però giuro che io l’avevo messo l’apostrofo, lo so che non c’è ma io l’avevo messo, sarà scappato, no? Arrivederci profe, buon weekend e dica la verità… Le siamo mancati, vero?

 

 


gli aspiranti meccanici, quanti quesiti

Profe, è proprio sicura di avere 30 anni? Senza figli alla sua età… Non è che il suo fidanzato è un po’ frocio? Lei si faceva le canne da giovane? Ma se non è poi così vecchia, perché non vuole uscire con me? Profe, ha capito o no che l’ultima volta che abbiamo fatto i compiti a casa eravamo in terza media? Oh veci, pensate anche voi che tra la profe e il ciccione sta nascendo qualcosa? Eh profe sei stramatta, non vorrai mica farci ascoltare la canzone di un frocio? Vero che sono per me i cuori sul suo vestito? A me vai a sederti non lo dice nessuno, neanche te profe, okk? No, non so che cazzo significa e comunque non me ne frega un cazzo però parliamo della sua camicia, gliel’ha regalata sua nonna? E lo sa che esistono le lampade? Insomma, pensa anche lei che diventeremo grandi amici?


gli aspiranti meccanici, tredicesima settimana

Buongiorno profe io non posso lavorare oggi sciopero, io non posso lavorare me l’ha detto il dottore, io non posso lavorare mio padre non vuole, io non posso lavorare lei è così bella che mi distrae, io non… Pìo pìo io sono un uccellino pìo pìo, ma mochela patata, tranqua vecio dopo ti bombardo, tranqua profe non si agiti ora le racconto una barzelletta al contrario, inizi a ridere… Ma profe lo guardi ha le calze di fighe, parli tu rumeno che vieni a scuola con le ballerine e comunque vecio fa’ sito che qui lui è l’unico che scopa, casso ma che schifo le tue sopracciglia, e tu ti sei visto hai il mento così lungo che lo usi per infilarti le scarpe, sì e a te scambiano per un comodino e a te per un cotton fioc nero e io allora mi scopo tua mamma… Eh ma non è una nota quella è un tema, profe non faccia così che poi ci sto male e poi ha visto l’incendio è il mio cuore in fiamme per lei, profe buona pasqua ti amo tanto.