fb


Di firme e fiori gialli

L’altro giorno ho firmato la proroga della supplenza fino a giugno. Ho firmato sorridendo alla preside. E pure alla segretaria.

Sì! Inizia ogni giorno con un sorriso!

Inizia ogni giorno con un sorriso! Sorridi, sei tra gli aspiranti ragionieri! Sorridi, maledizione!

Poi mi sono disperata. La felicità non passa per di qua/ nemmeno per un attimo/ sorride e se ne va/ mi guarda e fugge via/ scossa come da un brivido… Questa la colonna sonora della mia giornata.

(altro…)

CondividiEmail this to someoneShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Ronf, Monetino e gli altri spiriti dolenti

Tutta la sera con la fronte aggrottata, immersa nella cosmologia dantesca, in cerchi gironi bolge: un vero Inferno. Dopo mezzanotte, decido che è l’ora delle faccende improrogabili, tipo pulire il lavello con un prodotto specifico per l’acciaio. Poi traffico con la polvere di loto pensando a quanto catarro c’è in questa vita e supplico Gianpazienza di portarmi in Giappone, l’indomani prima delle otto. Lui scuote il capo, borbottando Cosa non faresti per farti notare…, perché nel frattempo mi sono messa a fare i gargarismi causa singhiozzo che mi sconquassa.
È ufficiale, insomma. La notte che si affaccia su una nuova settimana con gli aspiranti ragionieri è uno strazio. Uno strazio di inquietudine e domande, che si potrebbero riassumere in: Perché mi è toccata in sorte la banda degli Spiriti Dolenti? Perché non posso vivere nel paese dei soffioni?

Il giorno dei soffionidi Serena Giribuola

Il giorno dei soffioni
di Serena Giribuola

Lì, ci giurerei, c’è sempre il sole e un fresco ozio soffiato dai soffioni. Qui invece rubano i tergicristalli proprio quando fiocca gelo e le strade, la mattina presto, son stipate di corriere blu e trattori e camion.
È più duro, però, il pensiero della ripresa che la ripresa in sé. Ormai, alla fine della terza settimana, sono una campionessa di squash nonché la massima esperta delle più svariate manifestazioni del Grande Sonno. Mica male. (altro…)

CondividiEmail this to someoneShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

gli aspiranti meccanici, facebook

Foto del profilo: ventre nudo e addominali in vista. In caso di testa visibile, è coperta da un cappellino all’indietro. In caso di arti visibili, in mano c’è una birra.
Artisti: il coito dei suini dura 30 minuti.
Musica: dj Nello.
Film: Strafumati; Rambo; Biancaneve (!).
Attività: un bel niente.
Interessi: 1 po di tutto.
Lavora presso: tua madre e tua sorella.
Abita presso: kebab.
Prima foto presente sulla bacheca: lei e lui. Lei: cosa posso fare per renderti felice? Lui: basta un bel pompino.

Indovinate chi mi chiede l’amicizia su facebook! 🙂

CondividiEmail this to someoneShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

gli aspiranti meccanici, decima settimana

Oh veci, in Pakistan mangiano le talpe e anche i coioni di maiale, giuro che è vero, me l’ha detto un mio amico, e invece te, africano, mangiavi il cervello di scimmia nella foresta, né? Profe scusi ma gli spacco il culo a quel figlio di troia, mi ha provocato figa, oooh cellerino va a cagààà, profeee give me five! Ah, lo sa che sabato sera un mio amico ha picchiato un trans, lo sa che se lei era mia moglie avevamo già 5 figli, lo sa che se non mi accetta su fb le blocco il computer? Profe, ha degli occhi così belli che le daranno la multa, profe è sua la bici sotto la finestra che c’ho appena sputato sulla sella, profe dai mi dia un abbraccio… E stasera a che ora passo a prenderla?

CondividiEmail this to someoneShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

gli aspiranti meccanici, nona settimana

Buongiorno profe non sclerare oggi dai, ehi indiano puzzone ripeti, cosa hai detto alla mia profe fì, cmq ciao bellissima perché non mi accetti su fb non sono mica un negro, oh vecio usa un linguaggio appropriato inchilà e tu invece sai che forma ha la figa, no eh sfigato, non l’hai mai vista… Profe non posso fare l’esercizio devo fargli la perqua, l’albanese cazzo mi ha rubato l’accendino ma tranqua ora gli apro la testa, ok ok io smetto di fischiare ma solo se lei si rimette la giacca e poi si decida, o mi mette un + o mi dà un bacio… Profe no, gli occhi assassini no! Piuttosto, vuole che le presti un pettine?

CondividiEmail this to someoneShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter