dicebeatrice piccole storie di incontri, luoghi, stupori.

Soprattutto di scuola: di aspiranti meccanici un po’ bulli un po’ belli, di nanetti montani e lontani, di futuri ragionieri, di giovani molto tecnici e professionali. Ma anche di stranieri che studiano l’italiano.

Perché io molto piace ascoltarli e annotarli, dicebeatrice.

 

io piaceaspiranti meccanicilassu alle medieaspiranti ragionierimoltotecnici


scorciiritrattil'Olfatto QuotidianoLetture